Ponti termici: non vanno più stimati, vanno calcolati

In vigore le rev. UNI TS 11300-1 e 2 UNI/TR 11552

La revisione della norma UNI TS 11300-1 pubblicata nel ottobre 2014, comporta numerose modifiche al metodo di calcolo della precedente versione rispetto a tutti i contributi che determinano il fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione estiva e invernale.

Le consegurnze delle modifiche riguardano i calcoli rispetto alla ex-legge 10 (DLgs 192/05, DLgs 311/07 e DPR59/09) e per la certificazione degli edifici di nuova costruzione ed esistenti per tutte le regioni che richiamano le norme UNI TS 11300 per tali calcoli.

Come cambia la valutazione dei ponti termici

Nella nuova UNI TS 11300-1, i ponti termici si valutano solo attraverso i coefficienti lineici.

E’ cancellata una possibilità di utilizzare una maggiorazione % semplificata così come l’utilizzo dell’abaco della norma UNI EN 14683 eccessivamente semplificativo.

Le valutazioni dei coefficienti lineici devono essere fatte solo con gli elementi finiti o con atlanti dei ponti termici realizzati in accordo con la UNI EN ISO 14683. E’ possibile utilizzare metodi di calcolo manuale, peraltro non meglio specificati, per edifici esistenti

Condividi nei social

approfondimenti

Altri approfondimenti & articoli

Cover, il copri davanzale isolante 110% CAM

Con Cover copri davanzale isoli il foro finestra, accedendo alle agevolazioni previste dall’Ecobonus 2020 per la ristrutturazione di case ed edifici In fase di riqualifica